cropped-logo-121news.jpg

“C’è Angela”? – Audizione del progetto contro la violenza di genere in undicesima commissione

L’undicesima Commissione – Sviluppo economico e attività produttive, start-up, commercio, artigianato, industria, tutela dei consumatori, ricerca e innovazione presieduta da Enrico Tiero (Fd’I), ha svolto in mattinata un’audizione per il progetto sulla prevenzione della violenza di genere chiamato “Ask for Angela“.

Sono intervenuti per essere auditi: – Il vicequestore, dott. Alessandro Mennini; – il commissario di P.S. dott. Fabrizio Petrucci – la rappresentante Confcommercio settore litorale, dott.ssa Valeria Strappini; – la presidente commissione Pari opportunità X municipio Roma capitale, dott.ssa Silvia Fiorucci; la responsabile dell’Associazione La voce per Eco, dott.ssa Roberta Galimberti.

“Ask for Angela” è un’iniziativa che prevede una formazione per le attività commerciali volto a prevenire episodi di violenza, molestie e abusi. Gli operatori delle attività commerciali, formati dalla Polizia di Stato con corsi che illustrano le norme di comportamento in caso di attivazione della parola d’ordine “C’È ANGELA?”, diventano protagonisti attivi di un’opera di sensibilizzazione e contrasto alla violenza di genere, interrompendo, col loro intervento, una situazione di possibile pericolo o disagio.

Nei locali aderenti al progetto, contrassegnati da un logo all’ingresso del locale, una persona bisognosa potrà entrare e “chiedere di Angela”. Quello sarà un messaggio in codice per il commerciante che, avendo ricevuto una formazione dalla Polizia di Stato, sarà in grado di fornire assistenza alla vittima.

Erano presenti e sono intervenuti: il vicepresidente della Commissione Daniele Maura (Fd’I). Le consigliere Emanuela Droghei (PD) e Marika Rotondi (Fd’I).

Il presidente Tiero, nel ringraziare tutti convenuti e in particolare la consigliera Droghei per l’iniziativa di far conoscere il progetto, proprio per l’intento di diffonderlo in tutto il Lazio, ha annunciato sedute della Commissione in tutti i capoluoghi di provincia, cui parteciperanno tutte le figure interessate e in primo luogo i citadini.

A cura dell’Ufficio stampa del Consiglio Regionale del Lazio

 

Condividi

ALTRE NEWS