cropped-logo-121news.jpg

Marino, Venanzoni: Lettera aperta al Presidente di ATO2

Gentilissimo Dott. Cosentino,
Le scrivo questa breve missiva per portare all’attenzione quelle criticità che abbiamo riscontrato esistere sul nostro territorio in riferimento alle reti infrastrutturali dei servizi.
Per guardare Avanti mi trovo a sottoporLe le problematiche riguardati la realizzazione, il completamento e l’ammodernamento di vari tratti infrastrutturali sia di competenza di Ato2 sia di intercompetenza con il Comune, prima fra tutte l’infrastruttura della acque di scarico. Nel Comune di Marino insistono tratti da completare e addirittura tratti totalmente assenti come in via Giovanni XXIII (già data per cantierata nel 2015 ed ancora oggi mai realizzata), il tratto di Via Kennedy che puntualmente esonda nei periodi autunnali causando allagamenti e danni agli abitati della zona, via Giovanni Prati con le continue esplosioni dei tombini nella carreggiata, via del Divino Amore, via Santa Chiara (dove la precedente amministrazione ha asfaltato in maniera pressapochistica, ignorando che esiste un problema strutturale di sottodimensionamento della rete a tutt’oggi irrisolto, risultato che dopo 2 gg dalla stesura del nuovo tappetino è nuovamente saltato tutto il manto), via Quarto Sant’Antonio, via E. de Nicola all’area di Castelluccia e quella di Costa Caselle.
Corre l’obbligo anche di rammentare la necessità di affrontare la questione del depuratore in via della Falcognana, nel quale confluiscono parte degli scarichi di altri due comuni limitrofi (Albano e Castello) per dare ai cittadini delle soluzioni finalmente efficaci e definitive.
Infine va risolta l’emergenza del servizio di pronto intervento di Ato 2 che risulta scarsamente efficiente, con segnalazioni che rimangono irrisolte o, ancor più grave, totalmente inascoltate. Sono in sostanza due i piani di intervento che vanno pianificati:
Quello strutturale con l’ammodernamento della rete e l’ultimazione dei tratti mancanti.
Quello operativo col quale migliorare la tempestività d’intervento e la qualità del servizio.
Andrebbe inoltre nuovamente aperto lo sportello Ato 2 a Marino come previsto in convenzione. Ci auguriamo inoltre di poter ridiscutere le regole attualmente in vigore sulle procedure riguardanti i nuovi allacci per eliminare i tempi burocratici, . Questo è un indirizzo sommario che riguarda parte delle criticità esistenti e che andrebbero portate in discussione su un eventuale tavolo con l’amministrazione un tavolo al quale ci auspichiamo possano partecipare anche le opposizioni , oggi più che mai abbiamo una grande opportunità con i fondi del PNRR gestiti da Regione e Città Metropolitana, una condivisione ampia, un lavoro di squadra come unico metodo in grado di far compiere passi in Avanti.

GIANFRANCO VENANZONI

Condividi

ALTRE NEWS